mercoledì 6 maggio 2015

Recensione in ANTEPRIMA: Innamorato di Jay - Renae Kaye

Titolo: Innamorato di Jay
Autore: Renae Kaye
Editore: Triskell Edizioni
Traduttore: Chiara Fazzi
Pagine: 203
Prezzo: € 4,99 (ebook)

Trama: Una cosa che Liam Turner sa per certo è di non essere gay. Dopotutto, suo padre ha detto molto chiaramente che non permette a nessuno dei suoi figli di esserlo.
E Liam ne è convinto fino a quando un incontro con James "Jay" Bell capovolge il suo mondo.
Jay è vivace e non si vergogna di essere gay, dalle punte dei suoi capelli decolorati alle estremità delle sue unghie laccate. Il suo gusto per la moda, le reazioni eccessive e l'incapacità di trattenere la sua diarrea verbale, portano Liam a credere che possa avere qualche rotella fuori posto.
Un incidente da adolescente ha lasciato Liam con un problema alla gamba e con la paura di guidare. Non ha più nemmeno potuto giocare a football, cosa che lo ha fatto sentire ancora meno uomo.
Ma c'è un altro motivo per cui ora mette in dubbio la sua sessualità...
Quando lo stare con Jay gli stimola un inaspettato istinto di protezione, Liam comincia a capire che tutto ciò che ha fatto nella vita è restare nascosto.
Si ritrova a fronteggiare intolleranza e conflitti, e deve imparare a superare le proprie paure prima di poter accettare la propria sessualità e di essere davvero innamorato di Jay.


Recensione: Divertente, dolce, drammatico, questo libro è un po’ di tutto.
Con toni leggeri e freschi  affronta tematiche di omofobia e la paura di uscire allo scoperto e accettare la propria diversità, mostrando al mondo che essere omosessuale non è un affronto o una colpa e che non dovrebbe precludere ciò che si è.
L’autrice è stata davvero brava, il libro è frizzante e piacevole, un amore che nasce semplicemente come in una qualsiasi coppia: lentamente, dolcemente e con una piccola presa di coraggio.
È adorabile vedere come i due protagonisti interagiscano con timore ed imbarazzo, mi sono ritrovata inconsciamente a sorridere parecchie volte.

«Non tutti sono come te, Liam. Neanche una volta mi sono vergognato di quello che sono, con te. Tu mi accetti e basta. Perché?»
Perché? C’erano così tante risposte che avrei potuto dare a quella domanda. Perché accettavo la sua omosessualità? Come potevo rispondere a quello senza sollevare un vespaio o uscire allo scoperto? O forse mi stava chiedendo perché accettavo la sua stramba personalità? Perché riuscivo ad accettare che un uomo si truccasse e portasse gli orecchini, senza storcere il naso? Erano risposte che non ero in grado di dare a me stesso, figuriamoci spiegarlo a un’altra persona.

Liam, il paranoico, e Jay, la diva logorroica, i personaggi creati da Renae Kaye non sono per niente scontati. Da una parte abbiamo il solare Jay, che palesa la sua omosessualità senza problemi. Si può definire una diva del dramma con diarrea verbale che, quando parte con i suoi “Oh Mio Ddddioooo”, si lancia in assurdi discorsi senza fine che spaziano da un tema all'altro, come una di quelle palline che una volta lanciate rimbalzano senza sosta ovunque e senza che si riesca a fermarne la corsa,
E poi c’è Liam, vero protagonista e voce del libro, la contraddizione fatta persona, pieno di paranoie continue (TANTE PARANOIE) e di paure. Ma mentre pensa una cosa, poi stupisce facendone e dicendone un'altra, come se il suo corpo alla fine scegliesse per lui e facesse quello che gli viene naturale. Un continuo conflitto interiore: da una parte vuole uscire allo scoperto ed essere libero di amare Jay, ma dall’altra è spaventato all’idea di vivere questa cosa alla luce del sole.
Una storia d'amore che si sviluppa con i giusti tempi e nel giusto modo, ho apprezzato molto la crescita personale di Liam, l'autrice ha descritto bene le situazioni e i timori. Ma alla fine il cuore decide per noi e ci rendiamo conto che vale la pena e che, quando ami veramente, metti sempre l'altro al primo posto. E questa cosa può tirare fuori il meglio di noi.

Qualche refuso, assenza qui e la di articoli e preposizioni ma nel complesso ben tradotto e scorrevole. Come sempre la Triskell non mi ha delusa, scegliendo un titolo che mi ha piacevolmente sorpresa. Ammetto di non vedere l'ora di poter leggere altro di questa Autrice, che trovo molto in gamba. Innamorato di Jay è il suo primo libro che arriva in Italia e devo dire che come inizio non è niente male.
Ovviamente consiglio la lettura magari in una giornata uggiosa così, nonostante il grigio, vi tornerà il sorriso proprio com'è successo a me.

Lo tirai giù per un bacio lungo e pigro. Si sciolse contro il mio petto, appoggiandosi a me mentre raccoglievo le idee.
«Jay?»
«Sì?»
«C’è una cosa che devi dirti.»
Il sorriso sul suo viso si spense mentre mi osservava con occhi solenni. «Sì?»
«Piccolo, credo di essere gay.»
Scoppiò a ridere e quasi rotolò giù dal letto. «Liam? Indovina un po’? Penso di essere gay anch’io.»
Feci finta di asciugarmi il sudore dalla fronte. «Oh, grazie al cielo. Perché sarebbe stato davvero imbarazzante sennò.»
Voto


Nessun commento:

Posta un commento