Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2013

Presente! Con alcune novità

Eccomi di nuovo qua.
Dopo un inizio dell'anno nuovo piuttosto burrascoso in ambito lavorativo, sono tornata a essere un po' più attiva nel web e magari un po' meno stressata (forse, ma anche no).  Insomma, a parte tutto questo, rieccomi a postare qualcosa sul blog. Spero di poter finire al più presto l'ultimo articolo su Takanaga Hinako e il secondo sulle app per imparare il giapponese.  Vorrei poi scrivere una piccola recensione su "Dance, dance, dance" di Haruki Murakami e passare quindi a leggere "Il volo di carta", di Cristina Lattaro.  Nel frattempo vorrei dedicarmi a scrivere la seconda parte di un romanzo iniziato qualche mese fa. Avrei voluto inviarlo al premio di Mondoscrittura, ma ahimé, credo che non ce la farò. Anche se riuscissi a finirlo prima della scadenza, probabilmente non avrei abbastanza tempo per rivederlo e, per come sono fatta, non potrei mai inviare qualcosa senza rivederla almeno un paio di volte e senza averla data in lett…

App per imparare il giapponese (1)

Per Natale ho ricevuto questo:


Mi sono divertita a cercare app da scaricare (gratis, ovvio) e ne ho trovate un paio per studiare il giapponese.  Alcune le trovo molto utili, soprattutto quelle per imparare i kanji, altre, se non si scarica la full version (a pagamento) non servono a molto.  La prima è Kanji Quiz. Come si può leggere dalla piccola introduzione all'app, in questo caso per studiare i kanji si fa riferimento ai manuali del Dr. Heisig (Remembering the kanji) e al suo studio dei "primitivi". Io sono però dell'opinione che anche studiando i kanji in proprio, questa app sia utile a ripeterli e a fissarli nelle nostre testoline. La schermata appare così:
Cliccando su "Quiz Mode" si apre una nuova finestra, dove si può scegliere tra Hiragana Test, Katakana Test, Kanji Test e Dictionary Test. Se si vogliono ripetere i kanji, lo si può fare in due modi: con un test con risposte a multiple choice o scrivendo i kanji direttamente sullo schermo (beh... us…

Mini-recensione dei manga di Hiiro Reiichi

Qualche tempo fa ho acquistato dei manga di Hiiro Reiichi, ne avevo parlato qui.
Oggi farò una brevissima recensione di quei titoli.

Guns & Flowers


Il peggiore di tutti. Non ha una trama ben precisa, o meglio, la trama ci sarebbe e sarebbe stata anche molto interessante, se non fosse che la mangaka ha deciso di non approfondire nessuno dei temi affrontati. Come se non bastasse, fa reagire i personaggi in modo del tutto innaturale a rivelazioni che turberebbero chiunque, solo per poter andare avanti con la storia. Avrebbe dovuto mettere meno trama e più approfondimenti e allora il manga sarebbe risultato molto più piacevole. Si parla di sicari, ragazzi presi dalla strada in giovane età e portati in un luogo, in Cina, dove sono stati addestrati sin da piccoli a uccidere. Si parla di uno di questi sicari che si pente di un omicidio e decide di sostenere finanziariamente il figlio delle sue vittime. Il figlio poi scopre che l'uomo che ora ama è l'assassino dei suoi genitori e c…