mercoledì 4 maggio 2016

Recensione di libri in lingua: In the middle of somewhere - Roan Parrish


Titolo: In the middle of somewhere
Autore: Roan Parrish
Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 350
Prezzo: 6,99 $ (ebook), 17,99 $ (cartaceo)

Voto 4/5 

Trama (in inglese, da Goodreads): Daniel Mulligan is tough, snarky, and tattooed, hiding his self-consciousness behind sarcasm. Daniel has never fit in—not at home in Philadelphia with his auto mechanic father and brothers, and not at school where his Ivy League classmates looked down on him. Now, Daniel’s relieved to have a job at a small college in Holiday, Northern Michigan, but he’s a city boy through and through, and it’s clear that this small town is one more place he won’t fit in.
Rex Vale clings to routine to keep loneliness at bay: honing his muscular body, perfecting his recipes, and making custom furniture. Rex has lived in Holiday for years, but his shyness and imposing size have kept him from connecting with people. When the two men meet, their chemistry is explosive, but Rex fears Daniel will be another in a long line of people to leave him, and Daniel has learned that letting anyone in can be a fatal weakness. Just as they begin to break down the walls keeping them apart, Daniel is called home to Philadelphia, where he discovers a secret that changes the way he understands everything.

Recensione: In the middle of somewhere è il primo romanzo di Roan Parrish, edito da Dreamspinner, semifinalista ai Goodreads Choice Awards 2015 come miglior romanzo d’esordio; ho partecipato alle votazioni e ho fatto il tifo per questo libro fin dall’inizio del contest. 

Daniel è un giovane neo-laureato in trasferta per sostenere un colloquio presso una scuola del Michigan del Nord per un posto di professore di lettere. In realtà è alla ricerca di un pretesto per allontanarsi da una famiglia, formata da un padre e tre fratelli, omofobi e maschilisti, che non lo ha mai accettato e che, specie dopo la morte della madre, lo ha sempre deriso per la sua omosessualità, considerando la sua erudizione sintomo di arroganza e presunzione. Al rientro in albergo a tarda sera, il buio ormai sceso a oscurarne la guida, Daniel ha un incidente in auto e investe un cane sulla statale. Incurante delle proprie lesioni, terrorizzato all’idea di aver ferito mortalmente l’animale, si inoltra nella boscaglia in cerca di aiuto; in preda a uno stato confusionale, incontra Rex, falegname tuttofare che vive in un cottage immerso tra gli alberi,  il quale soccorrendo entrambi offre loro cure e riparo per la notte. Tra i due scorre immediatamente un’attrazione irresistibile che li porta a flirtare in maniera esplicita. Ma Daniel riparte senza un saluto il giorno dopo e tutto sembra morire senza essersi consumato. Trascorsi sei mesi, il giovane professore prende servizio nella scuola locale e ritrova Rex che non lo ha mai dimenticato. La storia riprende da dove si era interrotta e tra incertezze, dubbi e amplessi infuocati si sviluppa in qualcosa che ha tutta l’aria di sfociare in un amore importante. Ma le differenze tra il giovane erudito e affascinante professore e il rude boscaiolo senza istruzione sembrano essere troppe e insormontabili. Riusciranno a risolvere le loro divergenze e diversità e far funzionare le cose? 

I romanzi sentimentali funzionano nel caso vi sia presente qualcuno di questi elementi: 
un incontro peculiare e accattivante; 
due protagonisti dalle storie particolari e coinvolgenti; 
chimica tra i due che si percepisca dal primo incontro e che aumenti fino a esondare già dalla prima metà del romanzo; 
conflitti che in qualche modo tentino di minare il crescere del sentimento tra i due; 
una risoluzione dei conflitti con lieto fine che faccia felice il lettore. 

La storia d’amore tra Daniel e Rex li contiene tutti: l’incontro iniziale tra i due protagonisti è efficace. Descritto benissimo, la Parrish riesce a mescolare ironia, tenerezza e angustia nel testo in modo da accattivare e attrarre il lettore fin dalle primissime battute. 
La coppia protagonista è composta da un eroe romantico dal carattere un po’ isterico e umorale; se non tratteggiato con la dovuta cautela, il timido aggressivo, poco dotato di autostima Daniel rischierebbe di risultare odioso e invece le indecisioni e le insicurezze del bel professorino, mescolate alla fiera petulanza che comunque gli permette di lottare e difendere il proprio rapporto con Rex, sono commoventi e intriganti. 
Il secondo eroe romantico, Rex, è il classico “gigante buono”, semplice, taciturno, ma premuroso e dalla passionalità disarmante. 
Entrambi portano sull’anima i segni di cicatrici che raccontano di situazioni sociali drammatiche ma molto attuali: la differente percezione da parte di chi è istruito verso chi non ha ricevuto un’educazione e viceversa, il senso di inadeguatezza e il disagio della non appartenenza, il bullismo, i raid punitivi contro i gay.  

Descritti con mirabile maestria anche i personaggi secondari - prima fra tutti l’amica del cuore di Daniel, giovane tatuatrice dal carattere esuberante - che si rivelano divertenti, credibili e intensi. Viene a crearsi così un piccolo universo di persone che gravitano attorno alla coppia leader e che lentamente ma con costanza fidelizzano il lettore rendendolo partecipe e generando in lui quella malinconia che prende quando non si vuole abbandonare un libro e i suoi personaggi. Anche le storie accessorie dei comprimari sono intriganti al punto da meritare uno sviluppo adeguato, cosa che probabilmente avranno, avendo la Parrish confermato che saranno presto pubblicati almeno due spin-off a riguardo.

Non risparmia la Parrish gli aspetti negativi che compongono e definiscono personalità complicate, mescolando sapientemente positività e contraddizioni nei due personaggi principali e che contribuiscono a rendere il tutto tridimensionale ed estremamente umano. Le scene di amore sono molto hot e descritte senza risparmio di dettagli e, sebbene vi sia un abbonare di momenti piccanti, non scivolano mai verso una volgarità gratuita e fastidiosa. Un romanzo che consiglio a chi vuole una storia d’amore nella quale perdersi e soffermarsi a sognare per un po’, corredata da suggestioni erotiche abbastanza forti. 

Recensione di Annemarie De Carlo

AGGIORNAMENTO: Dopo la condivisione su Facebook di questa recensione, il coordinatore italiano di Dreamspinner Press, Emanuela Piasentini, ci ha comunicato che il romanzo è già in traduzione e che dovrebbe essere pubblicato in Italia, salvo imprevisti, a fine anno 2016 o inizio 2017. Dopo questa bella notizia, non ci resta che attendere! :)
(Silver)

Nessun commento:

Posta un commento