venerdì 1 gennaio 2016

Tops and flops 2015 - Daniela

Anche il 2015 è finito e si tirano un po' le somme di quello che si è fatto e letto (nel caso di noi lettori).
Non ho letto quanto avrei voluto, lo ammetto; programmo di leggere molto di più nei prossimi mesi.
Detto questo ho comunque qualche titolo da mettere tra i libri che mi hanno colpita nel corso di quest'anno, in positivo e in negativo.
Iniziamo subito con alcuni dei libri più belli.

- L'impeccabile, di Keigo Higashino, edito da Giunti Editore. Fantastico intreccio creato dalla mente di un grande giallista giapponese. Mi ha fatto riscoprire l'amore per i gialli che ha caratterizzato la mia giovinezza e che avevo un filino perso. Una meravigliosa trama per un investigatore unico e affascinante. Comprato per pura curiosità è stato uno di quegli acquisti che non si fanno rimpiangere. Ottima anche l'edizione che ho preso, cartonata con sovraccoperta, con carta dello spessore giusto e una rilegatura che ho adorato. Può sembrare un'inezia, ma avere un bel contenuto all'interno di un "contenitore" fatto con cura è una cosa che secondo me dà un piacere alla lettura che non può non dare valore in più al libro.


- Il sospettato X, di Keigo Higashino, edito da Giunti Editore.
Ops. Credo di avere un nuovo autore nella mia top 5. Non so so si è capito ma ho adorato così tanto il libro comprato per puro caso che sto iniziando a cercare gli altri, anche in inglese. Anche questo libro è fantastico ovviamente. Adoro lo stile di questo autore, amo i casi che crea e i personaggi che agiscono nei suoi libri.
La psicologia e la scienza si fondono dando vita a trame fantastiche, secondo me. Ve lo consiglio caldamente.
Esistono anche diverse serie tv giapponesi (drama) ispirate dai suoi scritti, compreso Galileo, tratto dall'omonimo protagonista di questa serie.


13504055Interview with the vampire: Claudia's Story, di Anna Rice e adattato e illustrato da Ashley Marie Witter.
Non il classico libro, in quanto si tratta di una graphic novel di eccezionale qualità.
Purtroppo non esiste in italiano, ma solo in inglese, la consiglio a tutti gli amanti della Rice e della sua serie di libri sui vampiri.
Come si intuisce dal titolo è la storia di Intervista col Vampiro dal punto di vista della piccola Claudia.
La storia è ben conosciuta, ma è stato bello poterla vedere da un'altra prospettiva. I disegni, poi, sono meravigliosi e completamente fedeli a come li ho sempre immaginati. Sono innamorata di questo libro.

Refusi. Diario di un editore incorreggibile- Refusi. diario di un editore incorreggibile, di Marco Cassini, edito da Laterza.
Libro un po' insolito e di sicuro non conosciutissimo fuori dal settore, tuttavia io trovo sia simpatico e affascinante. Descrive il mondo editoriale dal punto di vista di un editore e in modo molto leggero e ironico.
Consigliata la lettura a chi è interessato al mondo dell'editoria. Non è un manuale ma solo il racconto di un editore di un po' della sua vita lavorativa e privata.
Mi ha divertito e fatto scoprire alcune particolarità di questa attività. Da leggere.


- Ombre fatali, di Josh Lanyon, edito da Triskell Edizioni.
Eh sì! Quest'anno sono davvero tornata al giallo e meglio ancora alle serie di romanzi gialli.
Questo è il primo della serie (di cui recensirò a breve anche il secondo) e mi ha subito affascinato.
Trovate qui la mia recensione, quindi non mi dilungo troppo.
Dico solo che merita molto e spero che la serie continui tutta su questa linea.




Arriviamo ora ai libri che non mi hanno lasciato un bel ricordo. Quest'anno devo dire di aver scelto con cura le mie letture in modo che rispondessero di più ai miei gusti, quindi ne ho solo uno da mettere in elenco.

- Ben & Howard, di Pietro Gandolfi, edito Dunwich Edizioni.
Purtroppo questo libro fa parte di una serie da cui mi aspettavo un po' di più. La delusione c'è stata ed è stata parecchio forte.
Per chi volesse saperne di più qui potrete leggere la mia recensione, in cui spiego il perché non mi è piaciuto.






E voi? Conoscete qualcuno di questi titoli? Li avete trovati belli/brutti come me o pensate sia nel torto più completo? Ne avete altri da citare fra i libri belli o brutti letti nel 2015? Fatemi sapere, sono davvero curiosa!
Vi saluto e auguro a tutti un anno pieno di bei libri e di tanti momenti felici!

Nessun commento:

Posta un commento