giovedì 3 dicembre 2015

A Moment - Marie Hall


Titolo: A Moment
Autore: Marie Hall
Editore: Marie Hall Publishing
Pagine: 400
Prezzo: 2,99 € (ebook), 10,55 € (cartaceo)

Voto: 5/5

Trama:
Un incontro del destino...
La vita non è andata nel modo in cui avrei sperato. Sono rimasta incinta a 14 anni, lo stesso anno in cui a mia madre è stata diagnosticata la sclerosi multipla. Mio padre ci ha abbandonate e la mia vita improvvisamente si è trasformata in una sorta di mulinello fuori controllo. Oggi ho 21 anni, vado al college, lavoro duro, cerco di fare qualcosa per me stessa. Non era previsto che fossi in quel bar di burlesque la sera di San Valentino. Non era previsto che incontrassi Ryan Cosgrove, ma è successo. E ora niente sarà più lo stesso.
Amore che nasce dal dolore
Sono un marine in congedo, un lottatore di arti marziali miste e quando ero molto più giovane qualcosa di davvero terribile mi è accaduto. La vita è dura e io sono così stanco di fingere che non lo sia. Sono qui, in un bar dove si fa burlesque, affogando nella sofferenza, cercando di chiudere fuori dalla mia mente i demoni che mi respirano sul collo e che mi ricordano sempre che io non sono abbastanza valido. E poi vedo Liliana Delgado, e qualcosa dentro di me, qualcosa che pensavo fosse morto da tanto tempo si scioglie a nuova vita. Mi chiedo… lei potrebbe salvarmi? Spero davvero che possa farlo, perché di certo io non posso salvare me stesso.

Recensione
Qualche mese fa, questo romanzo era a costo zero su Amazon.it e oggi lo è ancora attraverso l’Unlimited, ma purtroppo solo in lingua originale, in inglese. In italiano non è ancora stato tradotto e mi auguro che presto una casa editrice lungimirante abbastanza possa ottenere i diritti di questa che è comunque una trilogia, e di cui io ho letto solo il primo, appunto A Moment, la storia di Ryan e Liliana. È un romance, una storia d’amore profonda e bellissima ma se vi aspettate il classico “rosa” in carta patinata con cuoricini e lustrini, allora cambiate subito pagina, perché non fa per voi.
A Moment è un romance “cattivo”. Duro. Scritto senza risparmiare al lettore nessuna sofferenza, nessuna tribolazione. Si soffre, in questo “romance”, dall’inizio alla fine.
Prima di tutto, iniziamo a descrivere i protagonisti di questa intensissima storia d’amore: lui, bello – inutile dirlo, tutti i protagonisti dei romance sono belli – da svenire, ma con così tanti demoni nella testa da far impallidire Dorian Gray, se potesse venire a contatto con il tormento di questo giovane uomo. Svelarvi le ragioni di questi demoni sarebbe entrare troppo nella trama e pertanto non lo farò, ma vi basti sapere che Ryan ama la vita eppure è stanco del dolore che ogni giorno gli procura, al punto da voler smettere di vivere. L’unica ancora di salvezza, di cui all’inizio neppure lui è convinto, è lei, Liliana. Che non è messa male in quanto a sfortune e problematiche: rimasta incinta a 14 anni, ha visto prima il padre di suo figlio e poi il padre, deluso proprio da questo “suo scivolone” nella vita, abbandonarla. Resta, quindi, sola ad occuparsi di un bambino autistico e una madre invalida. Liliana non vuole problemi, vuole finire il college e trovare un nuovo lavoro più appagante e poi, ma solo poi, cercare qualcuno da amare. Non ha fatto, però, i conti con il destino che le presenta Ryan a una festa di San Valentino dove non avrebbe dovuto trovarsi.
L’amore scoppia ovunque, ma non procederà tutto in maniera facile dal momento in cui i due si incontrano. Tra momenti di grande passionalità – e scene di carnalità ben descritte – e lunghi attimi di dolore e rifiuto, la storia di Ryan e Liliana prosegue e arriva al culmine finale.
È un romance duro, questo. Che ti tiene legata al libro senza permetterti di abbandonarlo fino a quando non arrivi alla fine. E, sebbene il lettore sappia che essendo un romance, il lieto fine è d’obbligo, fino al termine della storia niente è scontato, niente è certo.
Consigliato a chi ama i “romance” carichi di angst, di angoscia e sofferenza, che scavano all’interno e nel profondo dell’animo dei protagonisti – e di riflesso in quello stesso del lettore – e a chi cerchi un buon mix tra trama, intreccio e stile narrativo ottimo.
Rinnovo l’augurio all’autrice di vedere presto questo libro tradotto in italiano.


Recensione scritta da Annemarie De Carlo

Nessun commento:

Posta un commento