mercoledì 21 ottobre 2015

La biblioteca de El Escorial a Madrid

Di solito non faccio questo tipo di post, ma oggi ho trovato questo articolo su Il Libraio e volevo condividerlo con voi. 
Il nome di questa biblioteca in lingua originale è Real Biblioteca de San Lorenzo de El Escorial, conosciuta anche come La Escurialense o La Laurentina
Se una biblioteca tanto ricca di libri esiste lo dobbiamo al re Felipe II che ne commissionò la costruzione accanto al Monasterio de El Escorial. 
Il progetto fu presentato nel 1556 e, dal momento in cui la biblioteca fu pronta, il re iniziò a far arrivare da tutte le parti del mondo libri, codici e volumi importanti. Entro pochi anni superò il migliaio di libri e continuò così, con lo scopo di promuovere qualsiasi tipo di attività intellettuale.

Salone principale - a sinitra potete vedere il Globo Terráqueo

Nel 1671, però, ci fu un grande incendio che distrusse molte opere presenti nella biblioteca, tra cui i Concilios visigóticos e la Historia natural de las Indias, un'opera di 19 volumi di Francisco Hernández de Toledo. Per mezzo secolo, i volumi salvati durante l'incendio rimasero accumulati in disordine in una sala, finché, nel 1725, non fu nominato il nuovo bibliotecario: Padre Antonio de San José. Questi impiegò un quarto di secolo a rimettere in ordine, riclassificare e catagolare di nuovo tutti i volumi. 

Se la storia di questa biblioteca vi interessa e volete saperne di più, vi lascio il link all'articolo di Wikipedia, da cui ho preso le informazioni scritte qui (è scritto in lingua spagnola). Altrimenti date un'occhiata, appunto, all'articolo de Il Libraio che ha scritto le motivazioni per cui Felipe II progettò la biblioteca. 



Nessun commento:

Posta un commento