martedì 26 maggio 2015

Recensione in ANTEPRIMA: L'appartamento 14 e quel diavolo vicino di casa, di Marie Sexton

Titolo: L'appartamento 14 e quel diavolo vicino di casa
Autore: Marie Sexton
Traduttore: Amneris Di Cesare
Editore: Amarganta
Pagine: 67
Prezzo: 1,49 €

Data di pubblicazione: 28 maggio 2015

Trama: L’incontro con Rad ha trasformato la crisi di Josh, un famoso scrittore di mezz’età, nell’inizio di un’avventura.
Sempre più innamorato di Rad, Josh segue Rad nello Utah, nella rovente città di Moab.
Ad attenderli c’è Wren, un vicino di casa dotato della bellezza di un semidio e di una natura diabolica.
La relazione tra Rad e Josh verrà messa a dura prova dalla perfidia di Wren che scatenerà in loro un un’altalena di emozioni dall’esito tutt’altro che scontato.

Recensione: Amarganta pubblica in Italia il seguito de Il capitolo 5 e il maniaco dall'ascia vibrante, di cui trovate la recensione QUI.
L'avventura iniziata in Oregon tra Josh e Rad continua ora nello Utah, a Moab, città turistica in cui lavora il ragazzo. Ma le cose, come è giusto che sia affinché un romanzo o un racconto diventi interessante, non vanno come dovrebbero e il vicino di casa, che vive nell'appartamento 13, Wren, sembra essere il diavolo in persona. E che diavolo!
La trama si sviluppa bene, lo stile della Sexton è riconoscibile e, come sempre, coinvolgente. Ci si attacca all'e-reader e non lo si molla più fino a lettura terminata. Anche se in questo caso il tempo di lettura è breve, visto che si tratta di un racconto lungo appena 67 pagine.
Proprio perché corto, oltre ai personaggi principali non riceviamo molte informazioni sugli altri. L'amica di Rad sembra all'inizio avere un ruolo particolare, ma poi sparisce, così come anche Wren gioca un ruolo centrale, eppure non gli viene data la giusta importanza.
I protagonisti sono fantastici, e su questo non ci piove. Fra i due, confermo anche questa volta di adorare Josh. Come lo definisco io: è un enorme idiota, ma davvero adorabile. Anche se in questo capitolo ha perso un po' di quella vena divertente che aveva ne Il capitolo 5 e il maniaco dall'ascia vibrante, non mancano comunque le sue battute. Qui sotto vi citerò quella che mi ha fatto ridere di più.
Il testo è scritto bene, trovo che sia molto più scorrevole del primo racconto. Ottima l'impaginazione.
Non mi resta che lasciarvi con questa citazione e soprattutto consigliarvene la lettura!
«Questo perché sono idee obsolete. E allora? Così come lo sono i CD, ma continuo a comprarli!»
Ora era il mio turno di essere confuso. 
«I CD sono fuori moda?»
«Certo che lo sono!»
«E quindi come dovrei acquistare della musica?»
«Con gli MP3, perdio!»
«Ho appena terminato di sostituire tutte le mie musicassette...»
«Cristo, Josh, sono qui, in piedi a cercare di dirti che ti amo e tu sei preoccupato per le tue musicassette?»
«Aspetta. Cosa?»
Così è Josh, troppo idiota e troppo divertente, ma anche tanto adorabile con tutte le sue insicurezze! Leggetelo!

Voto:

Nessun commento:

Posta un commento