martedì 12 maggio 2015

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: Il capitolo 5 e il maniaco dall'ascia vibrante - Marie Sexton

Titolo: Il capitolo 5 e il maniaco dall'ascia vibrante
Autore: Marie Sexton
Traduttore: Amneris Di Cesare
Editore: Amarganta
Pagine: 34
Prezzo: 0,99 €
Data di pubblicazione: 14 maggio 2015

Trama:
Josh è uno scrittore di mezza età ancorato al capitolo 5 del suo nuovo romanzo, non più certo di superare la crisi dopo tanti inutili giorni di segregazione trascorsi in un cottage solitario. Quando il giovane Rad, corredato di una serie di attrezzi poco rassicuranti, bussa alla sua porta, Josh non immagina che quello sarà l'inizio di un'avventura che sconvolgerà la sua esistenza.

Recensione
Avevo già letto in inglese questo racconto di Marie Sexton, autrice che, come ormai sapete da tempo, apprezzo molto. Il racconto mi è piaciuto parecchio e potete immaginare la mia sorpresa quando ho scoperto che Amarganta lo avrebbe tradotto e pubblicato in italiano! 
Abbiamo a che fare, in queste pagine, con uno scrittore ormai molto conosciuto, uno scrittore che si guadagna da vivere con i suoi libri. E uno scrittore che, dopo tanto successo, ormai ha perso quella passione e quella voglia che lo spingevano a scrivere. 
Dall'altro lato abbiamo Rad, un giovane, un ventenne molto alla mano che vuole scavare nel soggiorno di Josh e per questo si presenta alla sua porta con un'ascia in mano. Bel modo di presentarsi, no?
I personaggi risultano subito simpatici al lettore, soprattutto grazie alle battutine di Rad riguardo l'età di Josh e a quelle di Josh... riguardo alla sua stessa età!
Ma la parte più bella di questo racconto molto breve - sono appena 34 pagine! - è la storia di Winston e Alton, il prozio e il nonno dei due protagonisti. Una storia d'amore d'altri tempi, tempi in cui per essere gay in un paese civilizzato si rischiava comunque di essere linciati o, come minimo, esplusi dalla famiglia. 
È una storia di rimorsi, speranze distrutte, una storia d'amore nostalgica, fatta anche di ricordi. Non quelli di Josh e Rad, però. 
Dal punto di vista tecnico ho trovato qualche refuso, qualche virgola fuori posto che andrebbe davvero sistemata, ma per il resto la lettura scorre bene. 
Sicuramente consigliato!

Citazione: 
Prese ad allontanarsi ma improvvisamente si fermò. Si sporse indietro e si chinò sotto lo scaffale. Afferrò la scatolina della decolorazione per capelli. Le mie guance diventarono di un rosso acceso. C'era un modo per dimostrare che non fosse roba mia? 
La rimise sullo scaffale, nel posto lasciato vuoto e si girò verso di me con un sorriso «Mi piacciono, grigi.»
Se ne andò lasciandomi lì. Mi sentivo in totale imbarazzo. E anche un po' cretino. E anche un po' lusingato. 
Voto

1 commento: