mercoledì 25 febbraio 2015

Cacciatore - Richard R. Reed

Titolo: Cacciatore
Autore: Richard R. Reed
Traduttore: Diletta Williams
Editore: Dreamspinner Press
Pagine: 256
Prezzo: 6,99 € (e-book)
Formato: Mobi, Epub, Pdf, Zip/html
Voto: 3,5 - 4 /5

Trama:
Qualcuno definirebbe Caden DeSarro un cacciatore di uomini grassi. Gli piacciono i ragazzi con qualche chilo di troppo. Quando incontra Kevin Dodge nei bagni di un locale, non riesce a togliergli gli occhi di dosso, anche se non fa una bella figura. Secondo Caden, Kevin è fisicamente perfetto: un biondone barbuto con l’attrezzatura perfetta (si sono incontrati in bagno, non poteva non sbirciare!). Caden però si blocca e perde la sua occasione.
Quando s’imbatte di nuovo in Kevin quella notte, sul treno verso casa, pensa che il destino gli abbia offerto una seconda possibilità. Fa in modo di farsi invitare a casa di Kevin per un’avventura di una notte che si trasforma, invece, nel tipo di relazione che Caden ha sempre sognato.
Ma il vero amore non trova mai il suo compimento senza ostacoli e l’idillio di Kevin e Caden non fa eccezione. Quando Caden ritorna da un viaggio di qualche settimana, Kevin lo sorprende con un fisico nuovo e ‘migliorato’, che si addice benissimo agli ideali di Bobby, l’amico vanesio di Caden, ma non a quelli di Caden. Lui non sa più cosa fare e la sua esitazione è l’occasione che Bobby stava cercando. Perché quello non è più lo stesso Kevin di cui si è innamorato… vero?

Recensione:
La storia di Cacciatore è la storia di un amore che sta in forte equilibrio tra il “superficiale” e il “profondo”. E proprio la superficialità e la profondità, in questo libro, volteggiano da un capo all'altro dei protagonisti, definendo quanto sia impalpabile la differenza, perché in tutti noi ci sono entrambi gli aspetti. Inutile negarlo, anche quando si pensa di essere la persona più profonda del mondo, la superficialità fa parte dell'essere umano, nelle sue forme più variegate. Ed ecco, infatti, Caden, che si ritiene superiore all'amico Bobby, in caccia sempre di uomini bellissimi, perché ama ragazzi che non rientrano in quella gabbia sociale del “magro è bello”, ma che inguaribilmente anche lui rientra in un suo schema mentale. Per carità, ognuno ha i suoi gusti e, in fondo, se non c'è attrazione fisica è dura notare qualcuno nel mucchio, specie nelle bolgie delle discoteche, ma quando il suo adorato Kevin cambia, ecco che le certezze sulla sua serietà vacillano e ci vorrà un pochino e una bella scossa dettata dalla gelosia a fargli rendere conto che non è il fisico quello che ama maggiormente in Kevin (anche se per lui continuava a stare meglio prima).
Bobby, invece, mi ha tradito (perché dimentico sempre la trama quando leggo un libro). Nonostante Caden inizialmente ce lo descriva come un ragazzo attratto solo dal fisico, nei momenti di solitudine si nota come desideri qualcosa di simile a quello del suo amico, anche se con più disillusione. Onestamente, col suo carattere farfallone e fin troppo vanitoso, mi aveva conquistato, mi era anche dispiaciuto un po' per lui, e poi, a tradimento, ma forse non troppo, continua a corteggiare Kevin anche dopo aver scoperto chi sia, anzi, peggiora gli equivoci che già ci sono tra loro. Mi ha un po' rattristato, ma in fondo “è la legge della giungla”, anzi, bisogna dire che resta comunque fedele a se stesso. Anche l'amicizia tra Bobby e Caden è un riflesso di entrambi. Sembra solida, ma in realtà è molto effimera, considerando come nessuno dei due confidi nulla all'altro, nonostante entrambi desiderino sfogarsi e trovare conforto. C'è una diffidenza di fondo, un distacco che li porterà a diventare rivali e condurrà Bobby a ferire l'amico.
Kevin, invece, resta simpatico per tutto il libro. In lui il lettore tende ad identificarsi, è figo sì, ma non si piace, non vede in sé la bellezza che invece ha. Ha dei chili in più, li sente, ma ama i dolci e trova solo nell'uomo che ama una motivazione a migliorarsi. La sua delusione è normalissima e i suoi pensieri anche. Fra tutti, è l'unico che mi è abbastanza piaciuto in ogni momento.
Sebbene i dubbi su questo libro siano diversi, i personaggi sono molto ben analizzati. Sicuramente ci sono moltissimi cliché e stereotipi, a cominciare dalle situazioni e dai personaggi che appaiono intorno ai protagonisti, dall'amica etero di Kevin ai parenti di Caden (potrebbe, però, anche essere solo una mia impressione u.u), per finire con alcuni atteggiamenti dei protagonisti stessi.
I dialoghi mi sono sembrati un po' assurdi. Mi hanno turbato o parecchio divertito, ma in entrambi i casi a volte mi sembravano poco credibili.
Allo stesso modo, le mille paranoie mentali che si creano i due protagonisti non fanno altro che far venire voglia di entrare fisicamente nel libro e picchiarli, ma sono abbastanza realistiche. Le persone tendono a complicarsi la vita più del dovuto.
La morale, più che l'andare oltre le apparenze, credo sia di buttarsi quando si trova qualcosa di prezioso. Pensare troppo, immaginare i pensieri altrui fa allontanare da ciò che davvero si vuole. Se si desidera qualcosa, se si desidera qualcuno, meglio gettarsi e impegnarsi, parlare e chiarire gli equivoci.
I refusi ci sono ma sono pochi, comunque niente di fastidioso.
Nonostante tutti i possibili difetti che ho elencato, però, devo dire che il libro mi è piaciuto. Lo stile prende parecchio. A volte i personaggi irritano, ma riescono a coinvolgere il lettore. Ho vissuto la loro storia d'amore con ansia, anche se sapevo come sarebbe andata a finire e questo, secondo me, è un punto vincente del libro.
Prendere il lettore e fargli leggere un romanzo d'un fiato fino alla fine, questo è quello che rende un libro un buon prodotto. Magari i personaggi possono non piacere, magari ci sono dei punti e dei dialoghi che non ti sembrano molto realistici, ma la storia scorre, lo stile è piacevole e si giunge fino alla fine senza annoiarsi.
Il mio voto, quindi, è di 3,5-4 su 5.
Ci sono dei difetti tecnici è vero, ma la storia mi ha divertito, mi ha coinvolto e si è fatta leggere velocemente e con gusto. Inoltre mi sono affezionata ai protagonisti.

Piccola perla: c'è un elenco di due pagine di annunci di uomini e servizi che erano pronti ad offrire su un sito di incontri che non so ancora se mi ha annoiato o divertito.

Nessun commento:

Posta un commento