giovedì 11 settembre 2014

Come promuoversi - Parte terza


Benvenuti al nostro terzo appuntamento!

La scorsa volta vi avevo promesso che oggi avrei approfondito qualche altro aspetto pratico.
Riassumendo: arrivati a questo punto, dovreste avere una pagina autore, tanti bei “mi piace” e vi dovreste essere fatti conoscere un po' nei gruppi di scrittura e di lettura.
Ottimo, ma ora che si fa?

I social (parte terza)

Pensavate che fosse finita con la seconda parte? Ma no, ci sono un sacco di cose che si possono fare sui social per promuovere il proprio libro! Non potrò neanche elencarle tutte qui, ma vi dirò quali sono quelle più comuni e sempre valide.

Eventi su Facebook

Creare un evento su Facebook è molto semplice. Andate sulla vostra pagina, ora guardate il box dove di solito scrivete i vostri status. Vedete le tre opzioni? “Status, Foto/Video, Evento/Traguardo”. Le prime due davvero non ve le starò a spiegare. Se avete seguito i consigli dei primi due articoli o se siete semplicemente iscritti a Facebook non dovreste avere problemi. Cliccate invece su “Evento/Traguardo”, poi ancora su “Evento”. Vi si aprirà una nuova finestra.
Il procedimento per creare un evento ve l'ho descritto brevemente nella seguente immagine:
  
Fatemi i complimenti, io non so usare gimp ma per voi mi sono sacrificata. Non è venuta pessima, direi. Si capisce tutto, no? ;) *si dà pacche sulla spalla da sola* Ah, cliccate sull'immagine per ingrandirla.

Una volta seguiti i punti descritti nell'immagine, vi basterà cliccare su “Crea”. Et voilà! L'evento è stato creato!
Ora mancano pochi facili accorgimenti per renderlo interessante e per far girare la notizia. Innanzitutto cliccate su “Partecipa”. Poi prima di invitare altra gente, impostate l'immagine della copertina dell'evento. Potreste mettere la cover del vostro libro, o un'immagine creata di proposito per l'evento, un banner, quel che vi sembra più opportuno.
Infine invitate i vostri contatti. Condividete l'evento sulla vostra pagina e sperate che tanta gente partecipi e inviti a sua volta i propri amici.

Così facendo, potrete organizzare qualsiasi cosa. Qualcuno vuole intervistarvi? Si può fare in tempo reale, grazie a un evento! I lettori e i partecipanti in generale faranno le domande sulla pagina dell'evento e voi risponderete in diretta, nei commenti. È un'esperienza davvero molto bella, di solito, e posso dirlo, visto che ho avuto il piacere sia di partecipare come lettrice che, e soprattutto, di condurla da moderatrice a nome di È scrivere – Community per scrittori.

Oppure, forse, volete organizzare un giveaway del vostro libro? Niente di più facile. Lasciate che i partecipanti clicchino “partecipo” e poi lascino un commento sulla pagina dell'evento e il gioco è fatto! Ovviamente per i giveaway vi servirà altro aiuto, ne riparleremo più in là. Di nuovo per esperienza personale, posso dire che quelli pubblicizzati per bene su Facebook portano a più partecipanti. E più partecipanti ci sono, più il vostro nome e il titolo del vostro libro gireranno. Sentite a 'mme.

Per ora concludo qui la parte dedicata ai social. Di sicuro ci tornerò più avanti, perché i social dovranno essere sempre presenti durante la promozione (e non solo, come vi ripeto sin dal primo articolo).

I blog (parte prima)

Prima di continuare a parlare di giveaway e interviste, devo introdurvi nel bellissimo mondo dei blog. E devo farlo sotto due diversi punti di vista. Quello dell'autore in cerca di recensioni e visibilità e quello del blogger. Oggi ci soffermeremo solo sul primo.
Come autore potete richiedere ai blog una segnalazione, una recensione, un'intervista, un blogtour o un giveaway.
Allora fatti due domande.
Ecco alcuni consigli che mi sento di darvi:
1. Non scrivete ai blogger un messaggio privato su Facebook, a meno che non li conosciate già da un po'. Andate piuttosto sul loro sito, di preciso sulla pagina contatti, e seguite le indicazioni.
2. Ancora prima di contattare gli amministratori, fatevi un giro sul loro blog, leggete qualche recensione, scoprite il loro modo di lavorare e soprattutto che genere di narrativa leggono. Se il blog si interessa solo di horror, direi che sarebbe inutile inviare un romance, che ne dite?
3. Questo consiglio vale sempre e comunque. Quando scrivete finalmente l'email per contattarli e fare le vostre richieste, siate educati e professionali. “Ciao, bello, mica ti va di farmi una recensione? Guarda che ho scritto un libro meraviglioso!” direi che è il modo sbagliato di iniziare. È vietato, oh. Capito? Capito.
4. Starà al blog decidere cosa offrirvi. Voi potete richiedere tutto, se volete, ma se il blogger vi dirà che ha tempo solo per una segnalazione, accontentatevi. Una segnalazione è una gran cosa, tutti i follower di quel blog saranno messi al corrente dell'uscita del vostro libro, vi pare poco? Non siate avidi. E se non hanno tempo, magari chiedete se potete contattarli più in là. Di solito però sono molto disponibili.
5. Avete ricevuto una recensione negativa? Questa cosa ve l'avevo già detta nella prima parte: MAI, ripeto, MAI criticare un blogger su Facebook dandogli dell'ignorante o dell'acido e presuntuoso. So che esiste gente che vive per stroncare i libri, ma se avete contattato quelle persone là, allora vuol dire che non avete seguito il consiglio numero 2 qui sopra. E quindi è colpa vostra se ora vi ritrovate in questa situazione. Se non è così – e di solito non è così, infatti – allora non ci potete fare niente. Non si può piacere a tutti, fatevene una ragione. Se poi molti blog vi recensiscono in modo negativo, vi dirò la verità: fatevi due domande. Non può essere che tutti i blogger siano impazziti. L'unica cosa che resta da pensare è che il vostro libro, in effetti, faccia abbastanza pietà. Pietra sopra, scrivetene un altro migliore. Ma assimilate e rielaborate le critiche costruttive, solo così si può migliorare!
Ceeerto. Credici.

Per oggi mi fermo qui. La prossima volta vi parlerò dei blog dal punto di vista di un blogger. E poi approfondiremo diversi punti.

Spero che anche questo articolo vi sia stato d'aiuto. Se è così, lasciatemi un commento qui sotto, o sulla pagina Facebook, e magari fatelo leggere ai vostri amici, basta una condivisione!
Grazie per avermi seguita fin qui e spero che continuerete a farlo :D

Vi do appuntamento, come sempre, alla prossima!

Come promuoversi - Parte quarta

6 commenti:

  1. Anche questo è stato un intervento molto utile. Di eventi su fb ce ne sono sempre di più e sapere come funzionino è una buona cosa.
    Anche l'approccio ai blog è interessante. I blogger sono una categoria molto variegata, alcuni sono davvero acidi, altri estremamente disponibili. In genere, però, mi mettono sempre un po' di timore.

    Ho una domanda: secondo te per una scrittrice esordiente è davvero utile avere un blog, anche se sia già attiva sui social?
    Vedo alcune autrici postare i loro progressi sui blog, ma quegli stessi blog sono piuttosto vuoti e poco seguiti, non fa l'effetto contrario?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eiry :)
      La questione del blog personale per lo scrittore sarà l'argomento del prossimo articolo :) Ti dico che secondo me vale la pena. Se lo scrittore è molto attivo sui social, e quindi si può assicurare un certo numero di lettori, forse potrebbe farne a meno, ma io penso che un blog sia sempre una cosa buona. A un'unica condizione: anche questo deve essere curato. Postare una volta al mese una recensione non basta, secondo me. Sarebbe come non averlo. Ne parlerò in modo più approfondito la prossima volta, promesso! (sempre se non mi perdo di nuovo in chiacchiere su qualche altro punto che mi sembra importantissimo al momento XD Ma ti assicuro che ne parlerò! È previsto sin dall'inizio un post apposito!) Grazie mille per il commento! :)

      Elimina
  2. "Quando scrivete finalmente l'email per contattarli e fare le vostre richieste, siate educati e professionali. “Ciao, bello, mica ti va di farmi una recensione? Guarda che ho scritto un libro meraviglioso!” direi che è il modo sbagliato di iniziare."

    Adorazione immediata! *_*

    RispondiElimina
  3. Bellissimo anche questo post. Non vedo l'ora di leggere la seconda parte sui blog, dato che mi riguarda in prima persona. Ancora complimenti per il tuo modo di scrivere, è leggero, divertente ma anche diretto e si capisce benissimo^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Monica! Leggere i vostri commenti mi dà la carica e mi sprona a continuare! Finché avrò qualcosa da dire a riguardo, continuerò a scrivere questi articoli! :D
      Grazie di nuovo *-*

      Elimina