giovedì 15 maggio 2014

Recensione in ANTEPRIMA: La nostra identità - Tj Klune

Titolo: La nostra identità
Autore: TJ Klune
Editore: Dreamspinner Press
Voto: 4,5/5

Trama: Bear, Otter e Kid sono sopravvissuti all'estate appena trascorsa con i cuori e le anime intatte. Si sono trasferiti nella Mostruosità Verde e Bear è finalmente capace di ammettere il suo amore per l'uomo che l'ha salvato da se stesso.
Ma non è la fine della loro storia. Come potrebbe esserlo?
I ragazzi scoprono che la vita non si ferma solo perché hanno avuto il loro lieto fine. C'è ancora la battaglia legale per la custodia di Kid. Il ritorno dei genitori di Otter. La prima serata in un locale gay. Kid va in terapia e la signora Paquinn decide che Bigfoot esiste davvero. Anna e Creed fanno... beh, qualsiasi cosa facciano Anna e Creed. Ci sono nuove gelosie, il ritorno di vecchi nemici, pessime poesie e gabbiani misantropi. E in tutto questo, Bear lotta per comprendere come sua madre abbia abbandonato lui e Kid, solo per ritrovarsi a scavare ancora più a fondo nel loro passato condiviso. Quello che trova cambierà le loro vite per sempre e lo aiuterà a capire cosa serve per diventare ciò che sono destinati a diventare.
La famiglia non sempre è definita dai legami di sangue. È definita dalle persone che ci rendono completi, che contribuiscono a costruire la nostra identità. (Dal sito dell'editore)

Recensione: La nostra identità è la continuazione di Un insolito triangolo, che ho recensito QUI.
Quando ci si appresta a leggere il seguito di un libro, la domanda che ci si pone di solito è “sarà scritto bene, la trama sarà interessante, saprà prenderci e coinvolgerci come il primo?”. La risposta che troverete in La nostra identità è sì.
Sfogliando le prime pagine, però, la prima cosa che vi verrà in mente di dire sarà: “TJ Klune, WTF?” (lo so che scrivere WTF? in una recensione fa meno professionale, ma è proprio quello che ho pensato!). A un certo punto vi renderete conto che qualcosa non torna, che la storia è troppo demente e che TJ non può essere impazzito del tutto. Quindi non mollate alle prime pagine, mi raccomando!
In La nostra identità continuiamo a seguire le vicende di Bear, Otter e Kid, dei loro amici Creed, Anna e la signora Paquinn. Come avete letto nella trama, torneranno anche i genitori di Otter e vedremo più spesso anche quelli di Anna.
Finalmente sapremo qualcosa in più sulla madre di Bear e Kid. E la vorremo prendere a schiaffi.
Anche in questo secondo libro, Klune non rinuncia alla comicità, Bear ci farà ridere, nel senso che se state leggendo in bus, sappiate che penseranno che siete strane, visto che non riuscirete a trattenervi.
Klune ci porta un passo avanti nella relazione fra Bear e Otter, dimostra come questa si stia evolvendo, non senza qualche tumulto, non senza qualche terremoto.
Una cosa davvero ben riuscita è la crescita dei personaggi. Otter deve rendersi conto che non può essere sempre presente per Bear e Kid, che a volte la vita non glielo permetterà. Bear capisce che non può fare sempre affidamento sulla protezione di Otter, capisce che a volte deve tornare a essere quello forte, ma che non è solo, che ha una famiglia. Kid finalmente si rivelerà per quello che è, nonostante la sua intelligenza fuori dal comune: un bambino di nove anni, con tutte le sue preoccupazioni e il suo bisogno di sapere che non resterà solo.
La signora Paquinn rallegrerà le loro giornate e si prenderà cura di loro, come ha sempre fatto. Una vecchietta che ho adorato in Un insolito triangolo e che ho apprezzato tantissimo anche in questo secondo libro. Una vecchietta che non si può dimenticare. 
Ci saranno momenti in cui riderete, altri in cui a stento tratterrete le lacrime e altri ancora in cui la dolcezza e le parole dette dai personaggi vi faranno intenerire.
Lasciatemi dire che questa volta temerete per loro, sarete in ansia con loro, piangerete con loro.
Bella la parte finale in cui Bear si rivolge direttamente ai lettori. Anche dire addio a noi non gli riesce poi così bene, e ci rende un po' difficile sapere che non li vedremo più. Ma Klune ci dà speranza proprio nell'ultimissimo capitolo, che è scritto dal punto di vista di Otter. E in cui ci rivela che ci sarà un terzo libro, come infatti ha annunciato anche su Facebook.
Se avete letto Un insolito triangolo, non potete perdervi La nostra identità. Ve lo consiglio caldamente!
Vi lascio con una citazione che forse racchiude il significato di entrambi i libri (non ci sono spoiler, tranquilli):

La seconda cosa è questa: la famiglia non è definita dai legami di sangue. Non si è sempre intrappolati con chi si nasce. È chi vuoi essere, cosa vuoi fare. Sono le persone attorno a te che ti vedono nel tuo momento peggiore e non hanno paura di raccogliere i pezzi quando sei distrutto. Sono le persone che ti rinfacciano le tue cazzate. È difficile starle ad ascoltare, ma se le senti, vuol dire che qualcuno si preoccupa per te e sarebbe meglio che prestassi attenzione. [...]
Sono le persone per cui lotti. Sono le persone per cui daresti la vita. [...] Se potessi farvi ricordare una cosa del tempo che abbiamo passato insieme, sarebbe che non importa da dove vieni. Importa chi sei.
Nel bene e nel male, questi siamo noi.

La nostra identità sarà disponibile sullo store di Dreamspinner Press a partire dal 20 maggio. Lo trovate QUI

Non perdetevelo! E se non avete ancora letto Un insolito triangolo, approfittatene ora e acquistatelo da QUI. Tra l'altro, oggi potete acquistare il primo volume e preordinare il secondo, entrambi a un prezzo scontato.

Ma le sorprese non sono finite! Un'altra, vi chiederete? Certo che sì! Ringrazio di cuore Dreamspinner Press e in particolare Emanuela Piasentini, per la gentilezza e la disponibillità! Cosa ci sarà in palio, ve lo dirò a breve in un altro post :D 

3 commenti:

  1. E' dura aspettare -.-'''
    Comincio con il conto alla rovescia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E poi mi dai come al solito la tua opinione, ok? *__* Vedrai, vedrai! Ti piacerà, ne sono sicura! E ora fila a dare uno sguardo alla sorpresona! :D

      Elimina
  2. Certo che ti darò la mia opinione,ma sono sicura che mi piacerà...ho adorato il primo della serie..come non potrebbe piacermi questo??

    RispondiElimina