domenica 11 maggio 2014

Recensione in ANTEPRIMA: Il miracolo di Natale - RJ Scott


Titolo: Il miracolo di Natale 
Autore: RJ Scott
Traduttore: Claudia Milani
Editore: Love Lane Books
Voto: 4/5



Trama: Il Natale è il periodo dell'anno in cui tutti dovrebbero essere più generosi. Cosa fare, quindi, quando tutto ciò che si riceve è indifferenza? Per Zachary Weston Natale significa dormire su una panchina nel sagrato di una chiesa, sotto alla neve e senza nessuna speranza per il futuro. Cacciato di casa a causa della sua omosessualità, Zach si ritrova senza soldi e senza un posto dove andare. Finché uno sconosciuto non gli dimostra che lo spirito del Natale non è morto. Ben Hamilton è un novellino appena assunto dalla stazione di polizia del paese in cui è cresciuto. La notte della Vigilia, trova un giovane sconosciuto addormentato su una panchina. Sarà capace di compiere per lui un autentico miracolo di Natale?

Recensione: Il miracolo di Natale è un romanzo breve che si legge in poco tempo sia per via del numero di pagine, che supera appena il centinaio, sia perché la storia di Zach fa così tanta tristezza e Zach stesso così tanta tenerezza che non si può fare a meno di continuare a leggere.
I personaggi di Ben e Zach sono molto ben delineati. Zach è un ragazzo diciassettenne che sta per diventare maggiorenne. Non gli resta che attendere un paio di giorni e, una volta raggiunti i diciott'anni, sarà libero di poter andare dove gli pare senza essere riportato a casa dalla polizia. Perché Zach a casa non ci vuole e non ci può tornare. Non vuole più vedere suo padre, che ha cercato di farlo “guarire”, di “farlo tornare normale” a suon di botte e istituti rieducativi per poi, alla fine, cacciarlo di casa. Né vuole vedere sua madre, che non ha mai mosso un dito per aiutarlo. L'unica persona per cui si preoccupa è sua sorella. Ed è per lei che continuerà ad andare avanti, è lei che vuole salvare.
Ben è un poliziotto che ha iniziato a lavorare a High Valley da poco tempo e che quindi è costretto a fare i turni durante i giorni festivi, mentre i suoi colleghi, più anziani, possono trascorrerli a casa con le loro famiglie. Non che sia un vero problema per Ben: High Valley è un paese in cui ci si aiuta a vicenda, un paese tranquillo e quindi Ben riesce spesso a fare una capatina a casa anche durante la sera prima di Natale. La sera in cui incontra Zach, infreddolito, spaventato, dolorante, la sera in cui lo porta a casa di sua madre. Ben non è solo un poliziotto, Ben è una persona buona, così come tutta la sua famiglia.
Anche i personaggi secondari, seppur a volte appena accennati, lasciano il segno per le parole di conforto e d'aiuto che rivolgono a Zach.
La trama di quasi tutto il romanzo si svolge durante i giorni natalizi, a casa di Donna, la madre di Ben. Passate le festività, e iniziato l'anno nuovo, i fatti iniziano a svolgersi in maniera più rapida. RJ Scott ci racconta in cento pagine la vita dei due protagonisti durante due anni a partire dal giorno in cui si sono conosciuti. Quindi, da questo punto di vista, lo sviluppo può sembrare un po' troppo rapido. Da lettrice avrei preferito un romanzo più lungo, in cui le tante vicende accennate avrebbero potuto essere approfondite di più, per esempio proprio la storia di Zach prima di essere cacciato da casa, o la parte che riguarda sua sorella o anche il suo rapporto con l'amico di scuola. 
È un libro che andrebbe letto durante il periodo natalizio per poterne trarre al massimo il piacere di immaginarsi l'atmosfera e di appassionarsi alla storia di Zach e del suo miracolo di Natale.

Vi lascio con una bella citazione:
Poi toccò a Ben e Zach si ritrovò a chiedersi, curioso, per cosa il suo salvatore avrebbe ringraziato, senza per altro stupirsi quando l'uomo iniziò a parlare del lavoro alla stazione di polizia. Ascoltò le lodi della famiglia e degli amici e si sentì fiero di lui. Ma fu anche sorpreso quando il suo nome venne fuori come uno dei momenti da ricordare.
“... e poi l'aver salvato il mio cucciolo Zach da una tomba di neve,” Ben gli sorrise, “e aver deciso di tenerlo,” aggiunse infine a voce bassa.
“E per l'anno prossimo?” gli chiese lui, consapevole che le lancette dell'orologio si stavano avvicinando alla mezzanotte e che mancavano solo cinque minuti all'anno nuovo.
“Oh, questo è facile. Voglio che tu rimanga qui, che ti costruisca una vita, che tu sia felice e che...” esitò poi si fermò.
“E cosa?” lo spronò lui, parlandogli come se non ci fosse nessun altro nella stanza.
“E voglio essere io a guidarti nella scoperta di tutto quello che vuoi imparare.”

Consiglio la lettura alle appassionate di romance M/M per una serata all'insegna del Natale e dei miracoli che questa festività può far accadere.

Ne approfitto per ringraziare Claudia Milani, traduttrice di questo romanzo, che mi ha dato l'opportunità di recensirlo per voi in anteprima. Grazie, ovviamente, anche all'autrice de Il miracolo di Natale, RJ Scott, che mi ha messo a disposizione una copia sia per la recensione che per il giveaway! Thank you!

Eh sì, come vi avevo già annunciato, presto, prestissimo, partirà il giveaway! Restate sintonizzati sul mio blog e sui miei account social, fra poco potrete leggere come partecipare!  *-*

Il miracolo di Natale, di RJ Scott, sarà comunque disponibile a partire da venerdì 16 maggio su All romance e su Amazon. Un paio di settimane dopo anche sul circuito Kobo. 

4 commenti:

  1. Kobo se la prende sempre comoda -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non possiamo farci niente :( Ma il Kobo che formato legge? Il Kindle so che legge i mobi, il sony e gli altri leggono l'epub, ma il kobo cosa legge?

      Elimina
  2. Kobo :epub pdf ...ma meglio il formato epub,il pdf fa venire il latte alle ginocchia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah capito, grazie :) Io ho il Sony e legge un po' tutto tranne il mobi. Che leggo sul tablet con la app di Kindle XD

      Elimina