martedì 1 ottobre 2013

La croce del guerriero - Madeleine Urban e Abigail Roux

Titolo: La croce del guerriero
Autore: Madeleine Urban e Abigail Roux
Editore: Dreamspinner Press
Voto: 4,5/5

Trama(Dal sito dell'editore) Cameron Jacobs è come un libro aperto. Ha un lavoro banale di cameriere, amici semplici, hobby noiosi, cani innocui e niente che somigli anche lontanamente a un segreto… tranne la cotta per l’uomo alto, tenebroso e bello in maniera sconvolgente, che ogni martedì sera va a cenare tutto solo nel ristorante dove Cameron lavora. Gli basta tuttavia una sola notte di passione con Julian Cross perché il suo mondo venga travolto. L’amore e la devozione di Julian sono più di quanto Cameron avesse mai sperato di ottenere. Ma quando la sua vita ordinaria incontra – e si scontra – con quella straordinaria di Julian, Cameron scopre che paura e fiducia possono andare di pari passo, e che fra l’amore e il pericolo la distanza è minima. 

Recensione: La croce del guerriero è un romanzo molto intrigante, capace di prendere il lettore e tenerlo legato alla storia fino alla fine. La trama è ben strutturata e le autrici sono state bravissime nel costruire un intreccio che si dipana solo lentamente, fino ad arrivare alla fine, in cui tutto viene chiarito. Qualsiasi domanda ci si sia posta durante la lettura trova, entro la conclusione del libro, la sua risposta.
Oltre a essere un romance, questo romanzo ha tutte le carte in regola per essere definito un thriller in alcuni punti e d'azione in altri. È una miscela molto ben riuscita che mette in risalto ancora di più la personalità dei personaggi primari e secondari.
I protagonisti sono tanto diversi l'uno dall'altro, per stile di vita e per carattere, che non si può non amare entrambi. Cameron è l'uomo perfetto, non d'aspetto forse, ma per il suo modo d'agire, di pensare. Un uomo di cui innamorarsi e da tenere stretto. Julian è l'esatto contrario: un uomo da cui fuggire il più lontano possibile, almeno se si prende in considerazione il suo stile di vita, il lavoro che fa e i segreti che è costretto a celare. Ma dal punto di vista caratteriale è meraviglioso, l'uomo che quando si innamora fa di tutto per tenersi stretto il suo partner. Non sono, però, personaggi che hanno solo lati positivi, al contrario, ognuno dei due ha i suoi difetti, fa delle cose per cui il lettore vorrebbe prenderli a schiaffi. E se si arriva a voler prendere a schiaffi i personaggi, a preoccuparsi per loro e a sperare che i loro problemi in qualche modo si risolvano, allora vuol dire che chi l'ha scritto ci ha messo molto impegno, raggiungendo un risultato altrettanto soddisfacente.
I personaggi secondari non sono da meno. Tutti molto ben definiti, in grado di attirare la nostra simpatia o la nostra antipatia. I miei preferiti fra questi sono Blake, Miri e Lancaster. Ma anche Keri e Charles, che pure appaiono solo poche volte, non si dimenticano subito.
La scrittura è scorrevole e l'editing ben fatto. Sotto questo punto di vista non ho nulla da ridire. Si tratta di un romanzo corale, in cui prevalgono le voci di Cameron e Julian, seguite da Blake e Miri. Le scene sono ben distribuite passando da parti calme a parti più movimentate o misteriose, o a parti più sentimentali.
Ci sono poche scene erotiche rispetto agli altri libri di Dreamspinner Press che ho letto, ma ciò non nuoce per niente al romanzo, anzi, visto l'intreccio della trama e le tante domande che il lettore si fa, credo che la mancanza di scene di sesso abbia giovato al resto, evitando di togliere spazio alle cose più importanti della storia.
Su un unico punto avrei voluto sapere qualcosa in più: il lavoro di Julian. Mi sarebbe piaciuto leggere di più sulle sue missioni, tanti anni prima e ora. È una curiosità che, dal mio punto di vista, non viene soddisfatta al cento per cento. Ciò però non toglie niente alla bontà del romanzo.

Insomma, lo dico con tutta sincerità, La croce del guerriero è uno dei migliori romanzi che ho letto di questa casa editrice.
In poche parole: straconsigliato!

Sil 

6 commenti:

  1. Condivido con te..devo dire che pur non essendoci scene hot...è ugualmente un romanzo intenso..e coinvolgente..le due autrici sanno come farti amare anche i personaggi secondari

    RispondiElimina
  2. A me è piaciuto molto perché non c'è solo la storia d'amore, ma è un misto di generi. C'è anche avventura, pericoli, azione, segreti. Sono state davvero brave!

    RispondiElimina
  3. Infatti ,è bello proprio perchè c'è tutto..ho ancora un dubbio sul "mestiere"di Julian,
    ma non ho potuto fare a meno di innamorarmi del suo personaggio da bel tenebroso

    RispondiElimina
  4. Eh, il mestiere di Julian non è stato chiarito fino in fondo. Si capisce che lavora per la polizia, visto che ha cambiato lato rispetto al suo "discepolo" Lancaster, però anch'io avrei voluto leggere di più del suo lavoro o di quello che faceva in missione prima di diventare quello che è, oppure di saperne di più di come ha conosciuto Blake. Però va bene dai. Ogni libro ha un suo difettuccio, su XD

    RispondiElimina
  5. Eheheheh..mi hai fraintesa...nonostante tutto..questo romanzo per me non ha difetti :P
    E poi ti dico...la perfezione in se x se è talmente noiosaaaaaaa

    RispondiElimina