domenica 17 febbraio 2013

La mia strada - Mondo ordinario, di Viola Lodato

Titolo: La mia strada
Episodio: 1 - Mondo ordinario
Autore: Viola Lodato
Editore: Lettere Animate
Genere: Fantascienza
Formato: epub



Trama: (dal sito di Lettere Animate) Seppur in un'Inghilterra devastata da epidemie e lotte per la sopravvivenza, Victoria ha sempre vissuto lontana dalle difficoltà del mondo grazie alla sua famiglia. Purtroppo però una dolorosa serie di circostanze finirà per incrinare l'equilibrio irreale che ha sempre conosciuto e Victoria si ritroverà ad affrontare dure scelte da sola. Tali scelte, giuste o sbagliate che siano, andranno a costituire la strada della sua nuova vita.

Recensione: Prima di partire con la recensione, è bene parlare di questo nuovo progetto della casa editrice Lettere Animate. I Serial Book sono racconti pubblicati "a puntate" in formato ebook e che costano l'accessibilissimo prezzo di 0,49 €. In questo caso il racconto Mondo ordinario è il primo episodio di La mia strada, scritto da Viola Lodato.
Ho letto questo racconto con molto piacere, sapevo di potermi aspettare qualcosa di interessante e così è stato. Ci sono un paio di elementi che ricordano un po' Hunger Games e Battle Royale, ma allo stesso tempo il racconto se ne distacca lasciandoci immergere in una realtà molto più realistica e più palpabile. Gli ingressi delle scuole sono controllati da metal detector e guardie, proprio come succede già oggi in alcune scuole in diversi paesi (anche se forse non in Italia). In La mia strada, però, non ci ritroviamo nel nostro mondo, ma in un mondo che tira avanti dopo un'epidemia devastante che miete ancora molte vittime, soprattutto fra i ceti sociali più bassi. Una realtà, quella della malattia, ben lontana da quella di Victoria, che conduce una vita per lei del tutto ordinaria. La mattina litiga con suo fratello parlando di attualità e politica, come al solito, il padre interviene e li mette a tacere, come al solito, la madre esce di casa in tutta fretta per andare al lavoro, e anche questo come al solito. La scuola, gli amici, il ragazzo, i controlli, le malattie degli altri, tutto come al solito. Eppure qualcosa di nuovo si fa strada fra la gente, la attira davanti agli schermi della tv. Un nuovo gioco in cui si vince molto denaro. E in cui però si rischia di morire. E il tutto davanti agli occhi di milioni di telespettatori. Victoria ne è disgustata, la sua amica invece ne è entusiasta.
Mentre tutto inizia a mettersi in moto, Victoria si rende conto che il suo mondo ordinario sta cambiando, e senza voler spoilerare più di quello che non abbia già fatto, dirò solamente che tutto intorno a lei inizia a sfasciarsi e la giovane ragazza non può fare nient'altro che restare a guardare. Ha due scelte, a fine racconto, e ora mi chiedo: avrà preso quella giusta? Probabilmente no, o forse era l'unica scelta che aveva. Il seguito lo scoprirò nel prossimo episodio ;)
Insomma, trama molto interessante, il personaggio di Victoria è ben definito e anche quello del fratello, seppur compaia solo all'inizio e poi verso la fine. Il racconto segue un buon ritmo narrativo, tanto da non risultare mai noioso e il formato breve da Serial Book fa sì che il lettore sia libero di finire un racconto in pochi minuti. Non vedo l'ora di leggere la seconda parte!
Unico punto negativo: due o tre volte durante la lettura mi è capitato di incappare in ripetizioni che subito mi sono saltate all'occhio. Ora, se sono saltate all'occhio a me, immagino che un editor o un correttore di bozze di professione avrebbe dovuto notarle ancora prima.
Ciò non toglie niente alla bontà del racconto, per cui ve lo consiglio!


Nessun commento:

Posta un commento