domenica 7 ottobre 2012

Vampire Knight e Vampire Knight Guilty

Anime: Vampire Knight (prima serie), Vampire Knight Guilty (seconda serie)
Autore: Matsuri Hino
Diretto da: Kiyoko Sayama
Studio: Studio DEEN
Anno: 2008
Episodi: 13 (prima serie) + 13 (seconda serie)
Genere: shojo, azione, fantasy, vampiri


Serializzato in Giappone a partire dal 2005 nella rivista LaLa e in seguito pubblicato in tankobon, a partire dal 2006 è disponibile anche in Italia grazie a Planet Manga. Dal 2008 il manga è stato poi adattato in un anime di 13 episodi, Vampire Knight, che ha avuto anche un seguito, sempre nel 2008, dal titolo Vampire Knight Guilty. Kaze ha portato infine in Italia il primo CD della serie doppiato in italiano. 


Trama:
L'anime è ambientato in una scuola particolare per la suddivisione delle classi in due sezioni: la Day Class e la Night Class. La prima è frequentata da ragazzi e ragazze umani, la seconda da vampiri. Il preside della scuola crede in un futuro in cui vampiri e umani possono convivere pacificamente, per questo ha deciso di fondare la Cross Academy, come una sorta di esperimento e di inizio di convivenza fra i due generi. 
Oltre al preside altre due persone sono a conoscenza di questo segreto, ossia i suoi figli adottivi, Yuuki Cross e Zero Kiryu che svolgono il ruolo di "Guardian" e devono fare in modo che il segreto della Night Class non venga scoperto dai ragazzi della Day Class e allo stesso tempo che questi ultimi non siano attaccati dai primi. Yuuki e Zero sono stati affidati al preside sin da piccoli ed entrambi hanno un passato che li perseguita. Mentre Zero, però, ricorda bene cosa gli è accaduto, Yuuki ha dimenticato tutto quello che le è successo. 
Un altro personaggio principale è Kaname Kuran, il più importante e rispettato vampiro della Night Class. 
Nella prima serie vengono presentati i vari personaggi e la trama inizia a prendere forma, nella seconda i misteri verranno svelati e il destino di tutti i personaggi che entreranno in scena si unirà in quella che sarà una battaglia all'ultimo sangue contro il nemico comune. 

Recensione:
Ho trovato quest'anime abbastanza piacevole sotto diversi punti di vista. 
Mi sono piaciuti i disegni dei personaggi e della scuola, molto bella anche l'ambientazione e l'atmosfera creata  in città. In generale l'ambientazione è abbastanza cupa come ci si dovrebbe aspettare da un film, libro, anime o manga sui vampiri. I vampiri con i fiorellini che brillano tutto intorno a me non piacciono XD 
I personaggi sono ben caratterizzati e ognuno di loro si imprime nello spettatore per qualche peculiarità. Quello che mi ha colpita di più è Zero perché l'unico che vive nel ricordo doloroso della morte dei genitori e l'unico che nutre sentimenti come vendetta e rancore che lo portano a un dolore straziante e gli impediscono di guardare avanti. 
Kaname è il tipico vampiro bello e tenebroso, che tutti rispettano perché lo temono, ma che in realtà è uno dei buoni anche se agisce seguendo i propri scopi e giocando con le vite di chi lo circonda. Ovviamente è il più potente.
Yuuki è il personaggio principale ma il meno elaborato secondo me. È la tipica ragazza (nei manga e negli anime) che vuole fare del bene a tutti e alla fine finisce per ferire chi la circonda. L'unica caratteristica che la rende credibile è la sua incapacità di scegliere, o meglio il suo non voler scegliere perché prova dei forti sentimenti di amicizia verso una persona e quasi sacrifica il suo amore pur di restarle accanto nei momenti difficili. 
Due cose però mi hanno lasciata un po' così: O_o 

E qui dico: ATTENZIONE SEGUE SPOILER!

La storia d'amore alla fine risulta essere fra un fratello e una sorella. Per carità non toglie nulla all'anime, ma lascia un po' a bocca aperta, diciamocelo XD
La seconda cosa invece è molto positiva. Il momento in cui si scopre il passato di Yuuki è un momento di assoluta sorpresa, perché sebbene ci si poteva già fare un'idea di quello che poi sarebbe arrivato, alla fine ci si ritrova con un elemento che riesce comunque a dare di più di ciò che ci si aspettava. Bellissima Yuuki con i capelli lunghi. 

FINE SPOILER XD

Unica nota negativa, perché sì, una nota negativa, almeno per quanto riguarda i miei gusti, c'è.
Ci sono semplicemente troppe gag. Va bene voler dare un po' di respiro fra una scena importante e l'altra o fra una molto seria o triste e la prossima, ma quando è troppo, è troppo. Questo accade però soprattutto in Vampire Knight, già in Vampire Knight Guilty ce ne sono di meno. Con tutta sincerità, credo che l'anime sarebbe stato migliore senza scenette comiche a distruggere la bella atmosfera cupa che a volte si creava. 
Non fraintendetemi, a me quelle scenette comiche di solito piacciono, ma in quest'anime ne avrei preferite di meno, se proprio ci dovevano essere. Ecco. 

In generale, Vampire Knight e Vampire Knight Guilty mi sono piaciuti e hanno avuto anche qualche elemento di sorpresa. Le storie più belle e interessanti sono quella di Zero e il passato sconosciuto di Yuuki. Il piano architettato da Kaname mi sembra troppo fantasioso e la sua realizzazione poco credibile, anche se lo do per buono semplicemente perché porta all'evolversi di diverse sottotrame che rendono il tutto più interessante. 
Il mio consiglio: guardatelo, non fosse altro per vedere Zero XD

Piccola nota extra: La suddivisione delle diverse classi sociali nella gerarchia dei vampiri in Vampire Knight e Vampire Knight Guilty.

Immagine da Wikipedia
La scala gerarchica dei vampiri, con la loro suddivisione in cinque status sociali, è qualcosa che mi è piaciuto di quest'anime. Nella piramide qui sopra manca il "Livello E" perché i vampiri di questo livello hanno perso anche l'ultimo briciolo di umanità e agiscono solo in preda alla loro sete di sangue. Sono facilmente eliminati dagli Hunter e anche i vampiri di status sociale più elevato li considerano feccia di cui poter certamente fare a meno. Il livello D è solo uno status intermedio prima di ricadere nel livello E.

Bene, questo è tutto.
Buon divertimento!


Nessun commento:

Posta un commento