mercoledì 24 ottobre 2012

Madness - Kairi Shimotsuki


Manga: Madness
Mangaka: Kairi Shimotsuki
Volumi: 2
Anno: 2004
Genere: action, adventure, fantasy, yaoi (ma proprio poco)



Due volumi pubblicati da Gentosha Comic, Inc. in Giappone e da Tokyopop in America. 

Trama:
Ambientato nel 3000 d.C., ci ritroviamo nei sotterranei di una chiesa cattolica che segue il culto di Saint Ruka, dove è imprigionato Kyou, sorvegliato dal giovane prete Izaya. Kyou faceva parte di un gruppo di folli assassini che uccidevano solo per puro piacere, spinti  alla follia omicida alla sola vista del sangue. Il gruppo, di cui Kyou era il capo, era chiamato Madness. Accanto a Kyou, c'era Miyabi, la sua "suppressor" e altri membri, pazzi come loro. Tre anni prima di essere rinchiuso in quella chiesa, Miyabi ha però cercato di uccidere Kyou e credendolo morto, tutto il gruppo si è disperso e i Madness hanno iniziato a uccidere separatamente, lasciando una scia di sangue e morte al loro passaggio. Il Kyou sotto la custodia di Izaya, però, non ricorda niente di tutto ciò, è una persona docile e della sua follia sembra non essere rimasta traccia. Fino a quando Sae, un suo ex-compagno saguinario, non arriva là per rubargli la demoniaca spada Jigfreed. Quando Izaya è in pericolo di vita, la follia assassina di Kyou viene risvegliata. Kyou uccide Sae, ma ormai l'odore del sangue lo spinge a volere più morti. È Izaya a fermarlo, rivelandosi così il suo nuovo "suppressor". 
Kyou costringe Izaya a seguirlo, promettendo in cambio di risparmiare il suo villaggio. Così ha inizio la loro avventura, durante la quale incontreranno molti pericoli, e alcuni membri di Madness, Oboro e Miyabi, si uniranno di nuovo a loro. E mi fermo qua altrimenti spoilero poi troppo! 

Oboro - Kyou - Miyagi

Recensione:
Diciamo pure che questo manga è leggermente *ironizza* violento. Nella prima scena si vede Kyou con in mano una testa decapitata e che con un piede calpesta un ammasso di cadaveri. In generale il manga è pieno di combattimenti corpo a corpo, con armi di ogni genere e esplosioni come si deve. Non mancano le torture, le vendette, gli stupri e così via. Ma c'è da dire che sono cose di cui, in una storia come questa, non si può fare a meno. 
Alla base c'è il viaggio appena iniziato da Kyou e Izaya come cacciatori di taglie alla ricerca dei vecchi membri di Madness e altri criminali. Durante questo viaggio incontriamo prima Oboro, un ex-membro di Madness che, dopo un combattimento diretto con Kyou, lo riconosce come il suo vecchio capo e si unisce al gruppo. In seguito si aggiunge anche Miyagi, che dopo aver abbandonato Madness fa la prostituta e salva Izaya da un tentato stupro. Miyagi è l'unico personaggio donna in questo manga, ma per fortuna non viene rappresentata come una stupida donnetta che non capisce una mazza e sta lì solo a riempire la pagina perché sì, ma come una guerriera con le cosidette *bip*. Alta, forte e coraggiosa, non si lascia mai mettere i piedi in testa da nessuno e se succede, poi dire che quel qualcuno la paga cara è poco, eheheheh. Appena ho visto la sua prima immagine ho pensato: oh mamma, una così proprio no! Sembrava quasi dover svolgere il ruolo della cattiva (e tettona, tanto per compiacere gli uomini) che poi non aveva niente in testa. Ma ehi! Non vogliamo partire mica con dei pregiudizi XD Quindi mi sono lasciata sorprendere e, che dire, ho fatto bene! Credo che in fin dei conti Miyagi sia il mio personaggio preferito in tutto il manga, seguito ovviamente da Kyou e da Oboro. Izaya l'ho trovato un po' incolore. Mi spiego: è un prete e quindi durante tutta la storia non fa che predicare che uccidere è sbagliato e blablabla e, ovviamente c'era da aspettarselo, quindi va bene così. Ma anche nelle ultime scene, in cui si scopre che 
*SPOILER!* 
alla base di Madness e della follia di quel gruppo di criminali altro non c'era che un microchip studiato e creato dal fratello di Izaya per ordine di una persona molto importante che non posso nominare (altrimenti addio sorpresa D: ) 
*FINE SPOILER* 
Izaya, che dice di voler combattere al fianco dei suoi compagni non è nemmeno in grado di proteggere un poco se stesso. Ma proprio per niente. Lo avrei voluto più combattivo verso la fine, ma beh, credo che non fosse previsto nella storia XD 
Molto bella l'idea di Madness e dei microchip, forti gli spargimenti di sangue e le torture, ben descritti e rappresentati i personaggi. La storia mi è piaciuta, la spiegazione finale di tutto l'ho trovata riuscita e d'effetto. Beh... poi le esplosioni, i proiettili, le spade, e così via. 
Che dire, a me è piaciuto. E lo consiglio. (Vorrei tanto l'anime di questo manga T_T)

Kyou

Oboro e Miyagi
Buon divertimento! 

Nessun commento:

Posta un commento