giovedì 20 settembre 2012

Undead (vol. 1 e 2) - Mary Janice Davidson

Titolo (vol. 1): Non morta & nubile (Undead and Unwed) 
Titolo (vol. 2): Non morta & Disoccupata (Undead & Unemployed)
Autore: Mary Janice Davidson
Editore: Delos Books
Genere: Chick lit vs. horror



Trama: (Questa volta non posso inserire la trama accennata nella quarta di copertina perché l'ho letto in tedesco, ma riporto quello che ho trovato sul sito della Delos Books, che credo coincida in ogni caso con la quarta.)
Vol. 1:
"Da segretaria appena licenziata a Regina dei Non-Morti... È stata una settimana infernale per Betsy Taylor. Per prima cosa, perde il lavoro. 
Poi, come colpo di grazia, viene uccisa in un incidente d'auto. Ma quello che scoccia davvero (a parte svegliarsi in un obitorio vestita con un tailleur rosa e scarpe da quattro soldi, gentile omaggio della sua matrigna) è che a quanto pare non riesce a restar morta. Ogni notte si alza con un terribile desiderio di sangue, e i suoi nuovi amici hanno la ridicola convinzione che sia la regina dei vampiri e la vogliono aiutare a spodestare il vampiro più odioso degli ultimi cinque secoli. A Betsy non potrebbe importargliene di meno della politica vampiresca, ma loro hanno una potente arma di persuasione: scarpe griffate. Come fa una ragazza che si rispetti a dire di no? E poi c'è Sinclair - un seducente succhiasangue il cui sguardo sexy sembra altrettanto pericoloso di un paletto nel cuore..."
Vol. 2:
"Niente può far passare a Betsy Taylor la sua mania per le scarpe - nemmeno morire e risorgere come la nuova Regina dei Vampiri. Il solo fatto di essere una regale non-morta non significa che non ci siano più conti della carta da credito da pagare. Per fortuna, Betsy riesce a ottenere il lavoro dei suoi sogni: un posto nel settore vendite del reparto scarpe d'alta moda di Macy's. Ma poi qualcuno comincia ad assassinare uno dopo l'altro i vampiri della città, e Betsy deve chiedere aiuto all'unico vampiro che le fa ribollire il sangue: il supersexy Eric Sinclair. Peccato che l'ultima volta che si è imbattuta in Sinclair accidentalmente ha compiuto un'antica profezia - e si è ritrovata sposata con lui..."


Recensione: 

Avevo ordinato questi libri qualche mese fa, per un semplice motivo: ne offrivano due al prezzo di... metà. Con cinque euro ho comprato il primo e il secondo volume della serie e per mesi sono rimasti sullo scaffale della mia libreria ad attendere che io mi decidessi a leggerli. Con tutta sincerità: non mi aspettavo chissà cosa. Così, quando ho scelto i libri da portare in vacanza, ho pensato che, ebbene sì, avrei potuto leggere quei due volumi fra un libro decente e l'altro, tanto per avere qualcosa di leggero come intermezzo. Così ho fatto. E vi dico: ho riso tanto. Ma proprio tanto! 
Sulla copertina si legge: "La chick lit incontra il romanzo vampiresco".  Ed è proprio così. Non posso definire questo romanzo "paranormal romance" come ho letto da qualche parte nel web, perche la "romance", almeno nei primi due volumi, si vede poco e se vogliamo dirla tutta, non c'è quasi un bel niente di romantico tranne un paio di scene che in realtà definirei più "hot". 
Betsy Taylor, che odia essere chiamata con il suo vero nome -  Elizabeth Taylor O_o - è una donna che la maggiorparte delle persone definirebbe superficiale. Tutto ciò che conta per lei sono le scarpe griffate, solo quelle, dopo la sua migliore amica Jessica, naturalmente. Ovvio che io non sono riuscita a impersonarmi in questo personaggio nemmeno per un secondo: io e le scarpe griffate, io e lo shopping? Solo se necessario. 
Ma come è facile dedurre da un incipit del genere, Betsy, in fondo, non è che una brava ragazza con una fissa per le calzature, pur non essendo poi tanto sveglia. 
Ho trovato le battute nel primo capitolo del primo volulme un po' forzate, ma dopo qualche pagina, diventano molto divertenti. Non sono esperta di chick lit, non so nemmeno se ho letto altri libri di questo genere, ma la combinazione donna svampita/chic con i vampiri brutti e cattivi è eccezionale. 
E come poteva mancare il bello e tenebroso in un romanzo del genere? Eric Sinclair, il vampiro che convincerà Betsy a combattere contro Nostradamus, alias Nostro, il più cattivo dei vampiri e... il più ridicolo! 
Mentre leggevo il primo volume, come ho già detto, pensavo che la storia fosse qualcosa di divertente e che alla fine non ci sarebbe stata nessuna trama in particolare che potesse attirare il lettore amante dei vampiri. E invece qualcosa c'è. Betsy sembra essere la Regina dei Vampiri, come scritto nella profezia di quel libro antico che tutti conoscono, molti hanno letto, ma che Betsy non ha mai visto. La profezia, in tutto ciò, non è che la parte ironica e ridicola della storia. Gli sviluppi di quello che sarebbe il lato vampiresco di questo romanzo mi ricordano vagamente le atmosfere e gli scenari dei romanzi della Hamilton, nella sua saga di "Anita Blake, sterminatrice di vampiri" (di cui a breve posterò la recensione di Death Dance).
Se avete voglia di leggere qualcosa di leggero, qualcosa di divertente, e allo stesso tempo volete vedere un po' di action vampiresca, allora ve lo consiglio. Se cercate qualcosa di più serio e drammatico, allora lasciate perdere. A me è piaciuto e credo che ordinerò anche il terzo volume. 
Ah, quasi dimenticavo: le scene in cui lei, durante le prime notti dopo il suo risveglio come vampiro, cerca di uccidersi e di restare morta, sono da rotolare dal ridere! 
Ultimo appunto: vedete le copertine? Ecco, Betsy è proprio così -.-

Nessun commento:

Posta un commento